- Via Castello,1
33080 Porcia (PN)
Principi di Porcia – Castello
La reputazione e l'immagine dell'azienda agricola e di conseguenza dei loro vini, trova giovamento nella gestione sostenibile dell'energia necessaria alla produzione.
L'azienda agricola vuole misurare il suo impatto ambientale per raccontare i suoi vini, non solo per gli aspetti tecnici di denominazione di origine, gradazione alcolica, profumi e sapori, storia e tradizione. Si vogliono infatti comunicare che i prodotti seguono protocolli specifici volti al contenimento dell'uso delle risorse ambientali, che vanno rispettate essendo ciò che lasceremo alle future generazioni

Le tenute agricole Principi di Porcía, (Castello di Porcia, Fattoria di Azzano) nella zona doc Friuli Grave e Lison-Pramaggiore, sono una struttura che, facendo coesistere da secoli i comparti produttivi più diversi, ossia quelli del modello agricolo tradizionale (mais, soia, orzo, foraggio, noci, pioppi, asparagi, uva da vino, latte) garantisce al consumatore un prodotto concretamente etico, salubre, sicuro e, al tempo stesso, conveniente.

Questo grazie all’assoluta trasparenza del ciclo produttivo interno: i bovini vengono nutriti con il foraggio e i cereali al fine di un costante mantenimento della loro buona salute e di un’ottima produzione di latte. La loro sostanza organica, il loro letame, ricco di azoto, fosforo e potassio, è un motore eccezionale per la fertilità del terreno, che non necessita quindi di massicci apporti chimici, così come di diserbanti e pesticidi. La diversificazione delle colture insieme alla loro rotazione diminuisce di gran lunga le lavorazioni dei terreni contribuendo ad un maggior controllo delle infestanti. La fertilità del terreno garantisce, quindi, la certezza di operare a basso impatto ambientale, ovviamente, anche in vigna.

Le proprietà di Azzano Decimo, Porcìa e Pramaggiore, si estendono per 840 ettari, di cui 143 vitati. All’avanguardia in fatto di attrezzature e tecniche colturali, ha sempre puntato a una diversificazione mirata dei prodotti, così da ridurre i rischi derivanti dalle avversità atmosferiche e garantire uno sviluppo sostenibile del territorio.

Il programma di WeFood 2021

Anche per questa edizione di WeFood continua la partnership con Movimento del Vino FVG e Cantine Aperte FVG. Durante questo weekend potrete degustare gli eccellenti vini regionali ed entrare in contatto con la storia dei viticoltori che da sempre animano, con il loro paziente lavoro, uno dei territori d’eccellenza della viticoltura italiana, tutto da scoprire e assaporare.

Scopri le attività organizzate in cantina e prenota il tuo posto.