— Via Ugo Foscolo, 4/8
33045 Nimis (UD)
Distilleria Ceschia
Tutto ebbe origine nel 1886 a Nimis, in provincia di Udine, quando Giacomo Ceschia iniziò a girare di paese in paese con il suo carretto a raccogliere le vinacce e la frutta dagli agricoltori per distillarle nell’alambicco che lui stesso aveva costruito

Nacque così una tradizione di famiglia che si è tramandata fino a oggi: l’alambicco ambulante oramai è solo un ricordo, ma la passione e la pazienza di adesso sono le stesse di allora.

La preparazione della grappa è condotta in maniera scientifica, utilizzando il metodo di distillazione artigianale: appena le vinacce raggiungono il corretto grado di fermentazione vengono distillate un poco alla volta in caldaiette di rame, dalle quali sale il vapore contente l’alcool e le essenze. Questo viene raccolto nel cosiddetto “elmo” o “capitello”, quindi portato allo stato liquido grazie ad una serpentina che sfrutta il meccanismo di condensazione. Alla fine di tutto la grappa va a riposare per almeno tre anni, sviluppando quei sentori che la caratterizzano.

Da pochi anni la distilleria Ceschia è di proprietà della Molinari Italia, ma nonostante ora faccia parte di un grande gruppo ciò che continua a contraddistinguerla è la sua tradizione, lunga quasi un secolo e mezzo, fatta di legami con il territorio e di sapienza e attenzione nel produrre.

Il programma di WeFood 2022

In occasione di WeFood 2022 – Edizione primaverile, la Distilleria Ceschia offrirà ai visitatori un viaggio nella storia dell’azienda, attraverso un affascinante percorso tra gli alambicchi, con una spiegazione del metodo di distillazione Ceschia 100% artigianale e la Barricaia, sala d’invecchiamento, “dove la grappa invecchia” in botti di rovere.