Home » Rassegna stampa

Rassegna stampa

5 Novembre 2019
Dettagli
5 Novembre 2019
Dettagli
25 Ottobre 2019
Dettagli
Agroalimentare buono? Non basta, serve il brand

Il Giornale di Vicenza

Buon cibo e buon vino sono tra i vanti del Nord Est. Peccato che per competere nel mondo non basti la qualità. Per questo We-Food, la manifestazione che per tutto il fine settimana promuove le eccellenze dell’enogastronomia e della manifattura delle Venezie non è solo l’occasione per degustare il buono di questa parte d’Italia, ma anche per capire perché tante imprese arranchino invece di prosperare. Read more

3 Novembre 2018
Dettagli
Dove nasce il gusto

Corriere del Veneto / di Antonino Padovese

Entrare nel cuore della produzione del gusto, scoprire quali passaggi sono necessari per lavorare i prodotti che finiscono sulle nostre tavole, dal cioccolato al panettone, dal Prosecco all’olio, senza dimenticare il mondo delle cucine professionali. Tutto questo è We-Food, la manifestazione in programma fino a domenica e che coinvolge 20 aziende tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Read more

1 Novembre 2018
Dettagli
Il food e le imprese, le sfide del made in Italy. Al Cuoa gli scenari futuri fra dazi e tecnologie

Corriere del Veneto / di Alessandro Macciò

Capire come potrà evolvere un mercato che deve fare i conti con continui mutamenti di tendenza e che invece rischia di essere sommerso da un eccesso di retorica. È questo l’obiettivo di «Food, le sfide del made in Italy e il ruolo delle imprese», il confronto che domani, venerdì 2 novembre alle 15, aprirà We-Food festival a villa Valmarana Morosini di Altavilla Vicentina (sede della Fondazione Cuoa). Read more

1 Novembre 2018
Dettagli
Cibo, sapori e storie. Un fine settimana nelle fabbriche delle eccellenze

Quando si dice Nordest si dice grande lavoro e grandi sapori: l’artigianato di chi sa come si fa, messo a disposizione del gusto di tutti. Grazie ai nostri giornali – il mattino”, la tribuna, la Nuova e il Corriere delle Alpi – il prossimo fine settimana sarà “We-Food”, ovvero un intero week-end dedicato alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche e manifatturiere delle Venezie. Da venerdì 2 a domenica 4 novembre si terrà la manifestazione promossa dalla guida “Venezia a Tavola”, diretta da Luigi Costa, e ItalyPost; sarà curata da Goodnet Territori in Rete e realizzata grazie alle partnership Berto’s, Astoria Vini, Rigoni di Asiago e Lattebusche. Read more

30 Ottobre 2018
Dettagli
Da Verona sino a Udine ecco un weekend da vivere a tutto sapore
Un viaggio tra nastri trasportatori e forni industriali, tra impastatrici ed essiccatoi ma pure un percorso tra le eccellenze delle Tre Venezie capace di unire il piacere della degustazione a quello della scoperta di borghi e tesori dell’arte. Tra il 3 e il 4 novembre l’agroalimentare del Veneto e del Friuli Venezia Giulia si apre ai propri cittadini in tre ipotesi di itinerari capaci di offrire al visitatore, in piena autonomia, l’opportunità di un weekend di relax tra sapori inediti e segreti dell’agroalimentare. Per chi viene da sud o dal Veneto centrale la partenza è alla Berto’s di Tribano a Padova. Sabato 3 novembre lo chef stellato Emanuele Scarello (del ristorante Agli Amici di Udine) intratterrà i visitatori con uno showcooking proprio a ridosso dell’ora di pranzo, a partire dalle 12. Dopo un assaggio stellato e una visita ad una delle eccellenze mondiali della produzione di cucine ed attrezzature professionali si può fare tappa nell’area dei colli Euganei, tra Abano, Montegrotto, Monselice ed Este, fra terme e castelli.

Read more

26 Ottobre 2018
Dettagli
Benvenuti nelle Fabbriche del gusto

Un weekend alla scoperta delle “Fabbriche del Gusto” delle Venezie. Tra il 3 e il 4 novembre la seconda edizione del festival WeFood offre al pubblico più disparato l’opportunità di scoprire le eccellenze di un territorio che vanta una produzione agroalimentare tra le più apprezzate del pianeta. Saranno 20 le aziende del Veneto e del Friuli Venezia Giulia che apriranno le loro porte ad un turismo enogastronomico che vuole scoprire nuovi sapori ma pure il percorso di trasformazione delle materie prime in prodotti di eccellenza. Dai vini alle aziende che producono apparecchiature per l’agroindustria, dagli stabilimenti che realizzano le cucine degli chef stellati ai laboratori artigianali per scoprire i segreti di una fonte di ricchezza per l’intero territorio. «Sappiamo di potere contare su di un’industria agroalimentare di altissimo livello» spiega Filiberto Zovico fondatore di ItalyPost. Read more

26 Ottobre 2018
Dettagli
Tra sapori e segreti viaggio nel gusto delle Venezie
Il Mattino di Padova / di Simonetta Zanetti
Aggiungi un posto a tavola, anche a Nordest. Dopo Cibus in Emilia e il Salone del Gusto in Piemonte anche le Venezie ora hanno la loro rassegna enogastronomica sulla scia della tendenza che vuole il cibo al centro di una famelica attenzione globale. Nasce con questa idea We-Food, un weekend – il prossimo – dedicato alla scoperta delle eccellenze del settore a partire dalle fabbriche del gusto: un viaggio tra i sapori, dal formaggio al prosecco, passando per il pane e il cioccolato. Ma non sarà solo un lavoro di forchetta: sul piatto tutto quanto fa cucina, compresi il comparto manifatturiero e quello più strettamente tecnologico, ormai fondamentali in una ristorazione sempre più complessa ed elaborata.
«A parte Vinitaly, che è molto settoriale, si sentiva la mancanza di un evento culturale dedicato alle eccellenze del gusto» spiega Antonio Maconi, ideatore del progetto assieme a Filiberto Zovico. «Non si tratta tuttavia di una tradizionale fiera, ma di una manifestazione che permetterà contemporaneamente di visitare le fabbriche artigianali e industriali del settore, seguire gli showcooking, assaggiare i prodotti e visitare i territori di produzione».
Sabato e domenica sarà possibile entrare nella hall di Berto’s Grandi Cucine e assistere agli showcooking o nel Molino Rachello per scoprire i segreti delle pizze gourmet, visitare birrifici artigianali come quello di LZO-Lorenzon a Conegliano o B2O a Caorle, conoscere gli stabilimenti di produzione Lattebusche dove si produce il formaggio Piave (a Busche) e il Grana Padano (a San Pietro in Gu), osservare la produzione di cioccolato artigianale da Adelia di Fant a San Daniele del Friuli o da Exquisita a Rovereto, oppure quella di dolci da Loison a Costabissara o da Fraccaro Spumadoro a Castelfranco Veneto; e ancora, partecipare ai laboratori per preparare la “Gubana della Nonna” a San Pietro al Natisone, il pane a lievitazione naturale da Forno Arcano a Rive d’Arcano o la “leggendaria” torta della Pasticceria Charlotte di San Giovanni al Natisone.
We-Food offrirà anche l’occasione unica per immergersi a trecentosessanta gradi nei sapori della tradizione come le degustazioni guidate dell’Antica Riseria Ferron a Isola della Scala, i percorsi dell’Antica Drogheria Caberlotto di Padova e Mestre o del Prosciuttificio Bagatto di San Daniele del Friuli e l’itinerario immersivo nel nuovo museo di Masi Tenuta Canova, ma anche per scoprire le nuove frontiere tecnologiche in cucina con i forni Tecnoeka di Borgoricco.La manifestazione, che punta a diventare un evento di riferimento per il turismo industriale del food, si aprirà nella Tenuta Val del Brun di Astoria Vini venerdì con un convegno dove, a Luigi Costa, direttore della Guida Venezie a Tavola – di cui We-Food è una sorta di spin off – si affiancheranno esperti nazionali di livello come Paolo Marchi, ideatore di Identità Golose.
We-Food offrirà anche l’opportunità di partecipare agli showcooking dei grandi chef delle Venezie: tra questi, Norbert Niederkofler del Ristorante St. Hubertus di Badia-San Cassiano, Alessandro Dal Degan di La Tana Gourmet di Asiago e Fabricio Veznaver della Pergola di Umago Salvore interverranno all’evento di apertura da Astoria Vini, mentre Andrea Rossetti di Fuel-Ristorante in Prato (Padova) e Davide Filipetto di Storie d’Amore (S. Michele delle Badesse di Borgoricco) saranno protagonisti da Tecnoeka; e ancora, Denis Lovatel della Pizzeria Da Ezio (Alano di Piave) e Max Mariola, talent del Gambero Rosso, proporranno laboratori di panificazione e pizzeria da Molino Rachello. L’evento si concluderà domenica sera a Torrebelvicino con una serata per scoprire Fonte Margherita, l’unica impresa in Veneto a imbottigliare esclusivamente sotto vetro in un’ottica green e sostenibile.
25 Ottobre 2017
Dettagli
We-Food Fabbriche del gusto

Corriere del Veneto / di Antonino Padovese

Venti aziende di eccellenza delle Venezie in una fiera diffusa che si estende per 350 chilometri dal Trentino al Friuli. Tutto questo è We-Food, l’opening promosso dalla guida «Venezie a Tavola» e curato da Goodnet. «We» non sta solo a indicare «noi», ovvero un progetto aperto e condiviso ma anche il weekend dedicato alla manifestazione (dal 27 al 29 ottobre) e il territorio, rappresentato dalla doppia vu che fa riferimento alle Venezie. Si tratta di un percorso di turismo industriale e artigianale del food di eccellenza che non è fatto di eventi concentrati in un unico luogo, come accade per una fiera, ma disseminati nei luoghi di produzione, quelle fabbriche del gusto dove nascono i prodotti che arricchiscono le nostre tavole. «Vogliamo sperimentare una nuova formula di turismo industriale del food», spiega Filiberto Zovico, editore della guida «Venezie a tavola» e ideatore con Antonio Maconi della manifestazione. «Ci rivolgiamo a un pubblico locale e soprattutto nazionale che dedica il weekend alla visita di quelle che abbiamo chiamato ‘fabbriche del gusto’, luoghi che rappresentano la sintesi dell’anima manifatturiera delle nostre regioni con la cultura del gusto di un territorio che fa fatica a raccontarsi».

Base e vertice della manifestazione è la guida «Venezie a Tavola» curata da Luigi Costa che raccoglie 152 ristoranti, 31 pizzerie, 24 vini, 4 birrifici e altri 25 prodotti in un percorso che va dall’Alto Adige all’Istria passando attraverso Trentino, Veneto, Friuli e Venezia Giulia. La guida, punto di riferimento per i gourmet delle Venezie, sarà presentata venerdì 27 ottobre in un convegno ospitato alla Tenuta Val del Brun, la casa colonica di fine Ottocento che i fratelli Paolo e Giorgio Polegato della cantina Astoria hanno ristrutturato e trasformato in uno spazio per degustazioni, pranzi, cene ed eventi dove ammirare le incantevoli colline dell’Altamarca. In questa sede si terrà l’evento inaugurale di We-Food, che avrà inizio alle 18 e che vedrà fra i partecipanti, oltre al curatore della guida, Luigi Costa, anche Paolo Marchi, ideatore di «Identità golose», e Antonio Paolini, curatore della guida «I vini d’Italia» de l’Espresso . Al termine del convegno si terrà uno showcooking con gli stellati italiani Alessandro Dal Degan (La Tana gourmet di Asiago, Vicenza), Norbert Niederkofler (St. Hubertus di Badia San Cassiano, Bolzano) e con Fabricio Vežnaver (Pergola di Umago Salvore, la punta più a ovest dell’Istria).

Nei tre giorni della manifestazione il pubblico potrà partecipare gratuitamente alle visite guidate nelle venti aziende che aderiscono a We-Food. Per ragioni logistiche, le visite sono a numero chiuso ma ci sono diecimila posti a disposizione, basta prenotare sul sito www.venezieatavola.it. Così sarà possibile entrare da Berto’s, l’industria che produce le cucine per i grandi chef, o scoprire con Molino Rachello i prodotti del territorio come le farine richieste dai pizzaioli gourmet. Visitare lo stabilimento che lavora il latte biologico di montagna per il formaggio Piave di Lattebusche e andare nelle zone di produzione da cui esce il Grana Padano a San Pietro in Gu, nel Padovano. O ancora «pestare» il mosto nel museo virtuale di Masi Tenuta Canova. Attraverso show cooking e altri opening sarà possibile cogliere il legame fortissimo fra l’industria manifatturiera di alto livello e le creazioni degli chef in cucina. «Con questa manifestazione – continua Zovico – vogliamo proporre un evento di turismo esperienziale, che mette in risalto le fabbriche del gusto. Le chiamiamo così pensando al significato della parola fabbricare , che deriva da fare . Porteremo il pubblico dietro le quinte delle nostre aziende gastronomiche con visite guidate ai laboratori dove nascono i panettoni di Dario Loison a Costabissara nel Vicentino o i dolci di Fraccaro a Castelfranco nella Marca. Sarà l’occasione per vedere come funziona una riseria grazie a Ferron nella Bassa Veronese o il prosciutto in Friuli». In una fiera, sottolinea ancora Zovico, il visitatore può vedere tanti prodotti finiti e, alle spalle dell’espositore, un video con le lavorazioni. Qui è il contrario. È il pubblico che si sposta e può vedere di persona la «fabbricazione» di un prodotto attraverso tutti i passaggi controllati dagli artigiani del gusto. «Con ‘Cantine aperte’ o ‘Distillerie aperte’ il pubblico può visitare i templi dove nascono i grandi vini o le nostre eccezionali grappe. Grazie a questa manifestazione oggi possiamo portare fino a diecimila persone nel cuore del sistema produttivo legato all’enogastronomia, toccando con mano il valore della ricerca che sta dietro i nostri prodotti».

Per tutta la manifestazione la pagina Facebook di «Venezie a Tavola» trasmetterà in diretta i principali eventi mentre attraverso Twitter sarà possibile seguire, sempre in diretta, le attività delle aziende coinvolte. We-Food nasce per mostrare l’immagine di una realtà che primeggia a livello nazionale ma che non è mai riuscita a raccontare se stessa senza uscire da questo territorio. «Il Salone del gusto di Torino, dove troviamo le perle dell’agroalimentare italiano, è un punto di riferimento imprescindibile per i prodotti del Piemonte. Il Nordest è un territorio frazionato e diviso e si ‘racconta’ solo partecipando ad altre fiere. È possibile creare un evento che possa rappresentare per le Venezie un punto di riferimento per presentarsi? È questa l’ambizione di We-Food».

24 Ottobre 2017
Dettagli
Gli chef e l’alta cucina, alla tenuta di Astoria l’incontro con gli esperti del mondo food

Corriere del Veneto / di Andrea Pistore

L’idea è quella di scoprire le eccellenze enogastronomiche e manifatturiere delle Venezie, attraverso una serie di incontri e appuntamenti che mettano al centro cibo e realtà locali. A tenere a battesimo l’edizione 2017 di We-Food venerdì 27 ottobre alla tenuta Astoria di Refrontolo (Treviso) saranno alcuni personaggi d’eccezione che hanno fatto la storia della cultura enogastronomica italiana che si confronteranno in un convegno per ragionare sulle peculiarità delle Venezie come territorio di grandi cibi e vini oltre che di prestigiose industrie per la produzione di macchinari per il food & wine.

Tra questi Paolo Marchi, il fondatore di Identità Golose, una realtà che organizza ogni anno a Milano il più celebrato e specializzato meeting del food in una manifestazione dove tutti i principali chef italiani si esibiscono, raccontando i progetti futuri e la loro idea di cucina italiana. A dialogare insieme a lui ci sarà Antonio Paolini, responsabile della «Guida dei Vini» de l’Espresso — una delle realtà editoriali più autorevoli nel settore enologico — e Luigi Costa, direttore della guida «Venezie a Tavola», giunta alla sua ottava edizione. A moderare l’incontro sarà Alberto Schieppati, direttore della rivista Artù .

La giornata nella tenuta di Refrontolo proseguirà con un momento che stimolerà i palati per far vivere un’esperienza a contatto con i cibi e i gusti del territorio. In successione si alterneranno gli showcooking di Alessandro Dal Degan de La Tana Gourmet di Asiago, di Norbert Niederkofler chef del St. Hubertus a San Cassiano in Badia e Fabricio Veznaver de la Pergola a Umago Salvore e chef della guida «Venezie a Tavola 2018». Durante la serata sarà possibile assaggiare i prodotti delle aziende partecipanti a We-Food grazie a un corner espositivo con tutte le specialità del territorio. Per assistere all’evento è necessario registrarsi nella sezione del sito www.venezieatavola.it.

Astoria propone poi per sabato 28 e domenica 29 ottobre un viaggio guidato nella sua cantina e nel suo store , con tour nella tenuta e degustazioni. Le visite della durata di 120 minuti inizieranno alle 10, alle 12, alle 14 e alle 16 sia il sabato, sia la domenica: per partecipare è necessario compilare l’apposito modulo. Il percorso di We-Food punta poi a dimostrare come le fabbriche del gusto non siano solo quelle del cibo e del vino, ma anche quelle del manifatturiero. Come dire, senza gli strumenti per operare, non si potrà mai ottenere un prodotto finito di eccellenza.

Una delle tappe fondamentali della manifestazione è in programma a Berto’s Grandi Cucine, l’azienda con sede a Tribano in provincia di Padova, che vedrà protagonisti gli chef e gli sponsor di Identità Golose. Il fiore all’occhiello del gruppo è «La Cucina» nata per rispondere a quattro richieste del settore della ristorazione: design, ergonomia, confort e sicurezza, senza trascurare l’affidabilità e le performance del servizio. In occasione di We-Food, l’azienda propone sabato 28 e domenica 29 ottobre le degustazioni con showcooking della durata di 90 minuti ciascuna. Alle 11, 12.30 e 14 di sabato l’accademia Dieffe inizierà la sua masterclass sul cibo e le sue particolarità. Il giorno seguente a realizzare lo showcooking sarà l’associazione Cuochi delle Terme Euganee e Padova che porterà i prodotti locali al centro degli incontri con inizio alle 13 e alle 14.30.

Momento clou per l’azienda padovana è la serata di sabato 28, che sarà introdotta da Enrico Berto, amministratore delegato dell’azienda, Marco Bettiol, docente di marketing dell’ateneo patavino, e Luigi Costa direttore della guida «Venezie a Tavola». Al termine showcooking di Alessandro Dal Degan, chef de La Tana Gourmet di Asiago e premio Ricerca e Innovazione della guida «Venezie a Tavola». La partecipazione agli appuntamenti di We-Food è a ingresso libero, con prenotazione obbligatoria alle visite e agli eventi sul sito www.venezieatavola.it, nella sezione in corrispondenza di ciascuna azienda.

24 Ottobre 2017
Dettagli